Le associazioni all’Unione Europea: rilanciare l’economia con il Green Deal

“#EUGreenRecovery to restart Europe” è questo il titolo dato da ben trentadue associazioni che rappresentano il mondo delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica, che facendo fronte comune hanno inviato una lettera a tutte le istituzioni competenti a livello UE dei singoli Stati membri.

La lettera ha come oggetto il green deal: si chiede espressamente che vengano utilizzati i pacchetti di sostegno economico per accelerare gli investimenti nelle tecnologie pulite in tutti i settori.

Ad avviso delle associazioni coinvolte, investire in soluzioni e infrastrutture a basso impatto ambientale è il modo più efficace per garantire una celere ripresa economica e realizzare un sistema energetico più sostenibile.

<<Chiediamo alla Commissione Europea:

  • Integrare pienamente i pacchetti di stimolo economico proposti e l’European Green Deal (come proposto dal Consiglio europeo la scorsa settimana). Gli investimenti in infrastrutture a zero emissioni di carbonio e in soluzioni innovative sono la via migliore e più conveniente per la ripresa economica a livello nazionale e sovranazionale, preparando al tempo stesso le basi per una ripresa economica sicura ed un sistema energetico sostenibile.
  • Proporre gli investimenti necessari per una rapida ripresa.
  • Utilizzare i pacchetti di stimolo per accelerare gli investimenti nell’efficienza energetica, nel riscaldamento e raffreddamento rinnovabile, nell’elettricità, nella mobilità, negli edifici a zero emissioni di carbonio e nei processi industriali.
  • Garantire un approvvigionamento continuo di energia pulita e investimenti continui nella transizione energetica possono continuare nell’attuale pandemia come servizi essenziali.

Confidiamo che prendiate le decisioni giuste. Le nostre industrie comuni e le nostre associazioni sono impegnate a fare della ripresa economica verde un successo collettivo.>>


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *